Enogastronomia - Montefeltro Living

Enogastronomia

PROMO PACK DISPONIBILI PER QUESTA CATEGORIA

“…Visita al Birrificio…”

QUANDO:
su prenotazione
DURATA:
1 GG
PREZZO:
Soluzione A Euro 35,00€

“…e dove non è vino non è amore…”

QUANDO:
su prenotazione
DURATA:
2 gg
PREZZO:
260€

“…Andar per cantine con stile…”

QUANDO:
su prenotazione
DURATA:
2 gg
PREZZO:
250€
RICHIEDI INFORMAZIONI
Richiedi informazioni compilando il form qui sotto.
NOME (richiesto)
COGNOME (richiesto)
TELEFONO (richiesto)
CELLULARE
E-MAIL(richiesto)
MESSAGGIO
Cliccando su “Invia” acconsento al trattamento dati personali in base al Dlgs 196/2003
Codice di Verifica captcha

Esistono numerosi luoghi comuni sull’Italia, ma quello del buon cibo e della passione per la cucina è una certezza. Da Nord a Sud, ovunque voi andiate troverete una cultura gastronomica radicatissima nel tempo  e nello spazio con ricette, preparazioni e prodotti che si tramandano di generazione in generazione come preziosa eredità. Il Montefeltro è territorio di confine (a cavallo fra Le Marche, l’Umbria e la Romagna), qualora siate alla ricerca di “nuovi” sapori, frutto di antiche ricette tipiche di questa porzione di centro Italia, non vi deluderà, anzi.… ne resterebbe affascinati e soddisfatti. Scoprirete insieme a MontefeltroLiving che non serve allontanarsi troppo dal posto in cui si vive per gustare ogni volta preparazioni diverse, tipiche di un così vasto territorio, piatti con ingredienti a volte bizzarri. Apprezzerete il piacere del mangiar bene, il gusto per i cibi genuini, di stagione e rigorosamente prodotti nel luogo, cucinati a regola d’arte con sapienza e dedizione.

Vi accorgerete che mangiare bene equivale a stare bene. Pertanto l’appagamento sarà totale, non solo legato al cibo. Anche a livello mentale e psicologico coscienti di soggiornare in un contesto con un’accoglienza familiare, dove i rapporti sono amichevoli e le relazioni interpersonali sono favorite.

ALTERNATIVE STREET FOOD (ovvero ANDAR PER SAGRE)

In quale luogo del Montefeltro volete soggiornare? Qualsiasi sia il sito selezionato, all’interno di questo meraviglioso territorio fatto di colline e piccoli borghi,  posso garantirvi che lì troverete almeno un evento tradizionale o una sagra. Colorate feste di paese in cui esaltare, promuovere e commercializzare un prodotto tipico o una particolare tradizione. Mangiare in una di queste manifestazioni, sedersi in uno stand circondati da un clima informale ed allegro, magari assieme ad altre persone con la stessa vostra voglia di divertirsi, col sorriso contagioso ed il desiderio di gustare quello che in maniera genuina ed artigianale brave massaie locali hanno preparato per voi. Questo è quello che si potrebbe definire un “alternative street food”. Sarà così che, senza nemmeno accorgervene, avrete mangiato asino (si direbbe somaro!) in umido e/o rane fritte (Luglio: Festa del Somaro a Mercatello sul Metauro, Aprile: Palio della Rana a Fermignano). Non solo, potrete anche misurarvi col passato, mangiare in prima persona, rigorosamente con le mani, ciò che era piatto del giorno per i duchi del Montefeltro in una delle tante rivisitazioni storiche. E poiché tutto ciò che si mangia è frutto del luogo e del tempo, anche le sagre avranno una loro stagionalità con bruschettate (Monterone 14 agosto), panzanelle (Lamoli 14-15 agosto) e brodetti di pesce a rinfrescare l’estate, tartufi e funghi oltre a castagne ad annunciare l’autunno (Settembre: festa del tartufo nero a Frontino, Ottobre/Novembre: Festa Nazionale del Tartufo prima a Sant’Angelo in Vado poi ad Acqualagna – Ottobre: festa della Castagna a Lunano).

E se ogni occasione è buona per mangiare, le feste religiose come la Pasqua e il Natale sono ricorrenze perfette per mettere in tavola il trionfo della tradizione. Particolarmente “sentita” nelle zone del Montefeltro è la colazione di Pasqua: dimenticatevi croissant, yogurt, marmellata e cereali. La fine della Quaresima qui si celebra a  suon di “coradella” (interiora di agnello), torta brusca al formaggio e salumi di ogni tipo, il tutto accompagnato da vino rosso già dalle prime ore del mattino…vi sentirete forse un pò appesantiti ma decisamente appagati. Recati nella giornata di vigilia alla Pasqua in una delle Osterie del centro storico di Urbania e ne avrai ampia riprova!

Il cibo come spesso capita si accompagna al buon bere, ancora oggi nei mesi di settembre ed ottobre, periodo dell’anno in cui anticamente le cantine si svuotavano del vino vecchio per fare posto a quello novello, le cantine di numerosi paesi aprono le loro porte ai visitatori allestendo temporanei locali in cui sorseggiare del buon vino accompagnato da piccole prelibatezze di cucina locale.

Il cibo diventa motivo di aggregazione, ci spinge ad essere creativi e curiosi a conoscere tradizioni e luoghi, divenendo di per se un buon motivo per viaggiare. Nella sezione eventi troverete una lista dettagliata di tutte le sagre e manifestazioni cui partecipare per non perdervi nulla della tradizione e gastronomia locale.

L’ECCELLENZA NEL PIATTO

Il territorio del Montefeltro oltre ad essere ricco di eventi a sfondo enogastronomico è anche costellato di locali dall’aspetto tipico e casereccio in cui gustare le eccellenze culinarie di questo angolo di Italia.

Per i palati più esigenti non si può che proporre il celeberrimo tartufo bianco pregiato. Questo profumatissimo tubero viene esposto, venduto e cucinato in occasione di due fiere molto importanti che si tengono nel comune di Sant’Angelo in Vado (per 4 week end) ad ottobre e nel comune di Acqualagna, centro ormai celebre alla stampa nazionale ed internazionale, nel mese di Novembre.

Se tuttavia non doveste riuscire ad essere nostri ospiti in questi mesi non disperate, vi basterà pranzare presso il ristrorante Le Contrade di Piandimeleto per mangiare le migliori tagliatelle al tartufo della zona o cenare all’Osteria del Parco di Acqualagna per gustare frittatine, crostini e tagliata il tutto con spolverata abbondante di tartufo bianco.

Se siete amanti della carne, quella genuina proveniente direttamente dagli allevamenti locali, bhè, avrete l’imbarazzo della scelta…sono infatti moltissime le strutture ricettive dove poter gustare grigliate e tagliate cucinate con sapienza e fantasia. Noi vi suggeriamo di fare una visitina al castello di Frontino e dopo aver ammirato le sue vie così curate e perfettamente conservate nel tempo fermarvi a mangiare all’Agriturismo La Spiga d’oro, locale di nuovo impianto, nel segno della tradizione, che comprende anche 4 curatissime camere, (chiedete ad una delle due sorelle dei “ravioli” speck, noci e gorgonzola) oppure dirigervi verso Piobbico, godervi un tour del paese su cui domina il Castello Brancaleoni e di ritorno, dopo essere magari saliti fino al Castello di Naro, fare una sosta all’Osteria dal Vigno. In ritorno da Urbino, ad Urbania dopo una visita alla vicina chiesa dei morti (con reperti mummificati) oltre al palazzo Ducale, in un ansa in cui il fiume Metauro lascia spazio ad orti e giardini fioriti non potete saltare una tappa alla Casa Tintoria (ex Osteria del Cucco). Chiedete alla Dody di portarvi i suoi fantastici antipasti e/o un primo con la borraggine. Se avete deciso di fare un escursione sul Sasso Simone e vi trovate stanchi ed affamati nelle vicinanze di Sestino L’Osteria di Travicello con la sua cucina casalinga, l’ottima pasta fatta in casa e la “Chianina” cotta alla perfezione, riuscirà sicuramente ad appagare i vostri palati.

L’ECCELLENZA NEL BICCHIERE

Pur non essendo il Montefeltro terra di grandi vitigni e famose cantine, non mancheranno bottiglie di profumato vino a colorare le vostre tavole. Fare il vino in casa è infatti una tradizione per le famiglie contadine del territorio, alcune di queste hanno fatto di questa tradizione una ricerca volta all’eccellenza. E’ il caso dell’Azienda Agricola Valturio che dal 2002 produce vini di eccellenza (ormai dal brand internazionale) da viti coltivate nel territorio fortemente collinare di Macerata Feltria e dell’Azienda Vitivinicola La Montata di Sant’Angelo in Vado che dal 2003 produce oltre a vini bianchi e rossi da abbinare alla cucina locale anche ottimi Passiti affumicati e vino di Visciole.

Il vino di visciole, ovvero un vino ottenuto non dalla fermentazione dell’uva ma di una particolare varietà di amarene, è un prodotto tipico delle Marche ed in particolar modo del Montefeltro. Si tratta di un vino aromatico non troppo dolce, con un retrogusto piacevolmente amarognolo, da degustazione e da dessert ottimo in accompagnamento con dolci al cucchiaio, pasticceria secca e ciambelle fatte in casa.

Si tratta di un vino di nicchia, la cui produzione è ancora oggi fortemente limitata e radicata nel territorio,  un prezioso tesoro patrimoniale che va si divulgato ma al contempo tutelato.

Il Montefeltro è anche territorio di mastri birrai: le tradizioni del Nord Europa vengono coniugate ad una realtà rurale con lo scopo di mantenere la genuinità e la qualità delle cose prodotte ed ottenere aromi e sapori sconosciuti a qualunque birra commerciale.

Il marchio La Cotta di Sassocorvaro è oggi una splendida realtà del territorio. Ha realizzato un bellissimo sito in posizione panoramica, sia per la produzione della birra (è infatti un birrificio ormai noto che tiene alta la qualità grazie ai coltivati limitrofi ed un’acqua dalle indiscusse qualità) sia per il settore degustazione di piatti caratteristici: crostini al metro, primi, carne oltre ad una pizza cotta nel forno a legna davvero buona. Qui potrete sorseggiare le varie qualità di birra prodotte (chiara, rossa, ambrata) e scoprire in prima persona attraverso la visita dei locali come questa squisita bevanda viene prodotta.

Altro gioiello nella produzione di birra artigianale che affonda le sue radici nel territorio del Montefeltro è l’azienda Collesi di Apecchio prodotta con la massima attenzione nella scelta delle materie prime e secondo un antica ricetta monacale. Potrete assaggiare la birra Collesi nelle migliori enoteche, pizzerie e ristoranti della zona degustata come aperitivo con antipasti leggeri (la chiara) a pasto con carni rosse e alla griglia (quella nera e quella ambrata) o addirittura a fine pasto come accompagnamento a dessert (la rossa).

Vi suggeriamo di non perdervi l’enoteca Vinitaly, per tutti da Pistola, nella piazza del Duomo ad Urbania. Locale dove un clima accogliente e ricco di entusiasmo vi inviterà a prolungare il vostro aperitivo in cena, in cui oste-somelier esperto (insieme a tutta la famiglia) sarà pronto a consigliarvi il vino o la birra più adatta ai vostri gusti, il tutto accompagnato da crostini caldi, taglieri di salumi e altre piccole stuzzicherie preparate al momento. L’enoteca organizza durante tutto l’anno una serie di eventi con musica dal vivo e degustazioni a tema, inoltre è possibile su ordinazione gustare altri piatti come stinco e patate, spiedini di carne e secondi di pesce. Ad ogni modo uno staff sempre disponibile e cortese cercherà di venire incontro ad ogni vostra esigenza.